2012 - Gruppo del Tasso

Vai ai contenuti

Menu principale:

2012

Eventi

Laboratorio di scrittura maieutica e lettura agita


LA SOCIETA’ A TEATRO. Rete per la promozione delle pratiche artistiche in ambito sociale

PROGRAMMA “COSTRUIRE LA COMUNITA’ ATTRAVERSO LE ARTI PERFORMATIVE”: laboratori aperti alla partecipazione di tutti i cittadini [anno 2012] di: musica / canto / fotografia di scena / scrittura e lettura interpretativa / realizzazione di costumi con materiali di recupero / dance ability

laboratorio di SCRITTURA MAIEUTICA E LETTURA AGITA, con Rita Montanari e Alessandro Tagliati dell'Associazione culturale il Gruppo del Tasso

dall'11 al 15 giugno.

Per info e iscrizioni:

Tel. 0532.205688 - segreteria@csvferrara.it

All'atto dell'iscrizione è richiesto un contributo alle spese di € 20

Le risorse raccolte nell’ambito delle iniziative de La Società a Teatro sono finalizzate all’organizzazione della rassegna teatrale La Società a Teatro - V edizione, in programma per ottobre 2012.

Luoghi e dinamiche dell'Essere. Bipersonale - Antonio Arbosino / Italo Calvino


A cura di Yoruba::diffusione arte contemporanea, con il contributo di Linda Gezzi

Vernissage
Sabato 05 Maggio 2012 ore 18.30

La R.T.A. Progetto Porta degli Angeli, in collaborazione con il Comune di Ferrara - Circoscrizione 1, presenta un nuovo appuntamento curato dall'Associazione YORUBA - Diffusione Arte Contemporanea di Ferrara.

Sabato 05 maggio 2012 alle ore 18.30 inaugurerà la mostra Luoghi e dinamiche dell’Essere, curata da Federica Zabarri e Maria Letizia Paiato, dell'Associazione Yoruba, coadiuvate da Linda Gezzi. L’esposizione presenta un’insolita bipersonale: uno stringente dialogo tra il giovane, di origini napoletane, Antonio Ambrosino e Italo Calvino, uno tra i più geniali scrittori del Novecento.

Le sole parole di Calvino, selezionate da alcuni dei suoi più celebri testi, concorrono a dare corpo alla critica intorno ad Essente di Antonio Ambrosino, opera rappresentante una figura umana colta nella posizione propria del Buddha in meditazione aleggiante in un tempo quasi sospeso, dilatato.
Il vagare di mostra in mostra e di luogo in luogo di questa figura è, in questa sede, narrato attraverso una selezione d’immagini che non vogliono essere un pretesto né una visione documentaristica ma un modo per mettere in risalto il concetto di cambiamento, elemento endemico dell'uomo. Un pensiero, un’idea amplificata, allo stesso tempo, dai differenti titoli attraverso cui essa è di volta in volta presentata.
Un uomo, un’opera e simultaneamente la moltiplicazione dell’immagine mediante video, genera più uomini e più opere (anche se in fondo è sempre lo stesso uomo e sempre la stessa opera), testimonianza, questa, della molteplicità dell’essere. Così le immagini possono essere considerate nuove opere d’arte, con altrettanti nuovi titoli, magari quelli dei luoghi che Essente ha occupato e plasmato con la sua stessa presenza.

Questo progetto di mostra nasce dalla collaborazione tra più soggetti, nella consapevolezza condivisa che spesso la critica d’arte può essere eccessiva o talvolta incompleta nell’esprimere ciò che un’opera dovrebbe trasmettere all’osservatore. Ecco allora la scelta di far intervenire la letteratura che, in questo caso, da sola, pare essere più esemplificativa di qualunque altra parola scritta appositamente. Viceversa l’opera di Ambrosino riassume visivamente il pensiero espresso dal grande Calvino.

Un ringraziamento va pertanto a Massimo Bignardi Direttore del FRAC di Baronissi (Sa) e ad Ada Patrizia Fiorillo docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Ferrara, e alle associazioni di giovani critici e curatori DIEM di Napoli e Contemporanea Progetti di Siena, team che ha reso possibile una chiave di lettura nuova e originale per il lavoro di Ambrosino.

Durante l’inaugurazione, inoltre, è previsto un reading ad opera de il Gruppo del Tasso di Ferrara, associazione che si occupa di poesia e letteratura contemporanea, già in diverse occasioni partner di Yoruba.

[…] Il fine delle mie esplorazioni è questo: scrutando le tracce di felicità che ancora s’intravvedono, ne misuro la penuria. Se vuoi sapere quanto buio hai intorno, devi aguzzare lo sguardo sulle fioche luci lontane. […] .

Yoruba difende l'art.9 della costituzione: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.


Orario d’apertura
da mar. a dom. 10.30 > 12.30 | 15.30 > 18.30

Biglietto
ingresso gratuite

Orario del vernissage
Sab. 05 Mag. 2012 ore 18,30

Recapiti dell’evento
R.T.A. Porta degli Angeli
www.portadegliangeli.org

I poeti nati negli anni Ottanta entrano a Ferrara


Alle ore 18.00, presso La Casa di Ludovico Ariosto, Angelo Andreotti presenta l'antologia "La generazione entrante. Poeti nati negli anni Ottanta (Giulio Ladolfi Editore, 2011) e il suo curatore, il poeta Matteo Fantuzzi.

Alle ore 21.30, presso il Bar Tiffany, reading poetico degli autori dell'antologia Giulia Rusconi e Marco Bini, e a seguire set della cantautrice Elisa Genghini. A cura di Matteo Bianchi e Alessandra Trevisan.

Il poema dedicato ad Auschwitz di Roberto Dall'Olio


Per il ciclo di incontri serali "Ariosto di Sera", martedì 20 marzo, alle ore 20.45, presso la Sala Lettura del Liceo Classico "L. Ariosto" di Ferrara,

Le piume del tempo


Mercoledì 22 febbraio, alle ore 18, presso la sala storica dell'Oratorio San Crispino della libreria MelBookStore, Matteo Bianchi presenterà l'ultima raccolta in versi di Rita Montanari, piume del tempo(Este Edition 2011). Alessandro Tagliati leggerà le poesie della scrittrice. Incontro a cura dell'Associazione Culturale “Gruppo del Tasso”.





Non avevo finora mai notato
la farfalla incisa in rilievo
base dell'ombrellone in giardino.
L'abbiamo da più di vent'anni,
l'avrò spostata migliaia di volte
rassettare d'inverno e d'estate.
Eppure mi è sfuggita.

Chi mai saprà quanti disegni
in rilievo o meno mi sarò perduta
attraversando distratta il mio tempo,
quante farfalle saranno volate
sul mio giorno senza che ne sentissi
il battito d'ali caparbio.

Vorrei aver avuto altri occhi
più vigili e attenti a fermare
ogni sussurro ogni silenzio,
e poter dire non solo guardato
ma proprio ho veduto.

(Da piume del tempo, pag. 19)

Alla cassa non c'è mai nessuno. Invito alla lettura


Manuele Baldi, Federico Lanzoni

ALLA CASSA NON C’È MAI NESSUNO (Giraldi Editore 2011)

Ne parla con gli Autori Christian Lucchiari, Presidente Clan del Tasso, martedì 17 gennaio, alle ore 17, presso la Sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea.

Questa raccolta di racconti si potrebbe anche intitolare "Cronache dai giorni nostri", i nostri "anni zero", dove i personaggi sono giovani alle prese con il lavoro precario (La ragazza gentile dei telefoni, Rappresentante, Accattonaggio), oppure sono protagonisti di vicende singolari, bizzarre, intrise di ironia e spesso di disillusione (Scuola guida, Al bagno!, Dal dottore, Giornalino). Talvolta sono prostitute o goffi scalatori sociali (Pompa di benzina, Strana gente). Ironia e amarezza si amalgamano e si intrecciano in questi racconti brevi, dei flash di vita quotidiana precisi, taglienti e cinematografici come piccoli cortometraggi che parlano di tutti noi e del nostro presente."

Manuele Baldi ha frequentato il corso di laurea in Scienze della Comunicazione all'Università di Ferrara e lavora presso alcune emittenti radiofoniche.

Federico Lanzoni ha frequentato il corso di laurea in Psicologia all'Università di Padova e lavora presso alcune emittenti radiofoniche.

A cura dell’Associazione Culturale Il Gruppo del Tasso

 
Torna ai contenuti | Torna al menu